giovedì 5 maggio 2016






BIOGRAFIA

Valentina Bellucci è nata il 13 novembre 1988 a Livorno, ma vive da tutta una vita a Santa Luce, un piccolo paesino medievale sperduto tra le dolci colline pisane. L'amore per l'arte e la letteratura la porta a dipingere e a scrivere racconti, poesie e romanzi. Gestisce alcuni blog letterari e gruppi su Facebook organizzando interviste, anteprime, recensioni e gare di cover.



SINOSSI

Non si direbbe che Londra sia una prigione, finché non ci vivi dentro e te ne accorgi”
Per Tristan e Mary Lou, Londra è proprio come una prigione, e vittime sono proprio loro: due ragazzi adolescenti, incompresi dal resto dei compagni e testimoni di vite complicate.
Mary Lou Finger ha sedici anni, la passione per la lettura e una vita incasinata; è bella ed è brava a scuola, ma non basta, a casa sua vive un inferno.
Tristan Colin, il ragazzo più sfigato della scuola, è chiuso in se stesso da un vuoto incolmabile.
Un giorno però le loro vite saranno destinate ad incrociarsi e sarà proprio mentre si imbatteranno l’uno nell’altra che Tristan avrà intenzione di invitarla ad uscire.
Ma cosa accadrebbe se lei dovesse accettare? E come mai ogni sabato mattina Tristan scompare? Dove va?
La vita di Mary Lou sembra davvero molto confusa, fino a quando un incontro inaspettato cambierà tutto il suo modo di vedere le cose. Sarà proprio lì, alla Boy and Dolphin Fountain, in Hyde Park che conoscerà Annabel, una ragazza di dodici anni, intelligente e spigliata, che dalla vita ha tutto, ma che sarà costretta a crescere troppo in fretta e ad affrontare qualcosa di molto più grande di lei. 




RECENSIONE

Oggi vi presenterò un libro emotivamente molto coinvolgente, scritto dalla scrittrice Valentina Bellucci, “La Collezionista di Sogni”.
Il libro narra le vicende di due giovani ragazzi, Mary Lou, la ragazza popolare e ben vista nella scuola, e Tristan, il ragazzo “sfigatello”, sempre tenuto a distanza un po’ da tutti. Il loro scontrarsi per puro caso, nei corridoi della scuola, li porta ad avvicinarsi ogni giorno di più a scoprirsi, ma soprattutto a salvarsi, già perché il loro passato li ha portati ad avere più cose in comune di quanto potessero immaginare, e solamente il loro amore potrà aiutarli.
A completare il quadro perfetto di questo libro, è una ragazzina di 12 anni, Annabel. Con la sua saggezza e la sua vitalità, aiuterà Mary Lou a guardare il mondo con occhi diversi, ma soprattutto da un’altra prospettiva.
Valentina credo che abbia voluto donare emozioni pure al lettore creando non solo la storia d’amore, ma soprattutto dando il giusto significato alla parola Amicizia. Non abbiamo la classica storia tra adolescenti; alla storia d’amore e di sguardi tra i corridoi di scuola, la scrittrice ha voluto elogiare un significato, a mio avviso perduto col tempo, della vera amicizia. Spesso troviamo libri con storie d’amore intense, e un’amicizia che fa da contorno a tutte le vicende; qui è l’esatto contrario, la vera protagonista della storia è l’amicizia tra Mary Lou e Annabel, di come una ragazzina di 12 anni, può trovare il modo di far sorridere una ragazza di 16 anni, di come farle capire che a volte basta guardare più in là del proprio naso per essere felici, e non aver paura di vivere, ma soprattutto di sognare, perché sono i sogni che aiutano a vivere.
Piacevole lettura, grazie Valentina!

di Erika Castigliano


ESTRATTI






di Giusy Autrice Vitale

2 commenti:

  1. Grazie mille per questa recensione e queste splendide immagini ♡ siete state gentilissime!

    RispondiElimina